INSIEME PER IL VINO BUONO
PULITO E GIUSTO

LA SLOW WINE COALITION È UNA RETE INTERNAZIONALE, INCLUSIVA E COLLABORATIVA CHE UNISCE I PROTAGONISTI DEL MONDO DEL VINO: VIGNAIOLI, APPASSIONATI E PROFESSIONISTI DELLA FILIERA​

LA SLOW WINE COALITION

Una rete collaborativa

La collaborazione è il pilastro della nostra rete. Creiamo connessioni per migliorare le relazioni tra il mondo della produzione e il mondo del consumo! Il nome “coalizione” suggerisce l’intento: Uniti, insieme, per vincere le grandi sfide del futuro del vino. E non solo. 

I protagonisti della Slow Wine Coalition

vignaioli e vigneron

Tutti i coltivatori della vite e coloro che trasformano l’uva in vino sono chiamati a firmare il Manifesto. Grazie al loro impegno per la tutela dell’ambiente e del paesaggio e al rispetto del lavoro e dei diritti di tutte le persone, il vino potrà essere il motore di un profondo cambiamento che rivoluzionerà l’agricoltura e le campagne.

professionisti

Tutti coloro che fungono, grazie al loro mestiere, da cinghia di trasmissione tra il produttore e il consumatore. Importatori, distributori, osti, ristoratori, sommelier, enotecari e giornalisti rivestono un’importanza straordinaria nell’indirizzare le scelte del grande pubblico verso un vino che sia frutto di un metodo produttivo virtuoso piuttosto che un prodotto ottenuto da un’agricoltura massiva, che fa ampio ricorso alla chimica di sintesi e che stravolge i territori.

appassionati

Tutti quelli che amano profondamente un certo tipo di vino che, attraverso il suo consumo consapevole e moderato, danno la possibilità ai vignaioli e ai professionisti di continuare il cammino di cambiamento virtuoso della viticoltura e, più in generale, del mondo agricolo.

Grazie al vino buono, pulito e giusto potremo contribuire a cambiare il sistema agricolo

coniugando la sostenibilità ambientale, la difesa del paesaggio e la crescita culturale e sociale degli abitanti delle terre dedicate alla coltivazione della vite.

il manifesto

Il Manifesto per il vino buono, pulito e giusto nasce dall’esperienza maturata da Slow Food durante tutta la propria storia. Una storia in cui il vino ha avuto un ruolo centrale e importantissimo, ed è stato scritto grazie a esperti, vignaioli e tecnici.

Attraverso la produzione e il consumo di bottiglie realizzate seguendo il Manifesto ci poniamo l’obiettivo di incidere nel futuro della viticoltura che è ancora troppo legata all’uso della chimica e ha stravolto la biodiversità dei terroir di maggior successo imponendo la monocultura. Da qualche anno le avanguardie più illuminate dei vignerons hanno capito che si deve cambiare rotta.  

Il Manifesto punta alla costruzione di un sistema che fa del vino un potente strumento di riscatto culturale delle campagne. I vignaioli grazie al Manifesto sono sia custodi del territorio sia promotori di un sistema che unisce architettura, biodiversità e giustizia sociale. Solo così il patto comunitario tra appassionati, vignaioli e soggetti legati alla filiera enologica avrà un ruolo di crescita sociale e culturale. 

Questo è il senso del Manifesto: trattare il vino come qualcosa che vada oltre al bicchiere e che includa ambiti di importanza strategica per il futuro di noi tutti. Slow Food si è posta l’obiettivo di far sentire con energia la propria voce rispetto a questi argomenti e riunire attorno a sé le forze migliori, per far crescere una comunità attiva e desiderosa di operare forti cambiamenti.

GLI EVENTI

Eventi di firma del Manifesto

Vignaioli, professionisti e appassionati a livello globale sono chiamati ad aderire firmando il Manifesto per il vino buono, pulito e giusto. Saranno creati eventi nelle cantine per celebrare l’ingresso nella Slow Wine Coalition e il modo migliore per farlo sarà quello di alzare i calici insieme e brindare alla rivoluzione agricola, sociale e culturale che verrà messa in moto da questa alleanza mondiale di tanti individui e comunità locali. Impegniamoci tutti a sostenere attraverso azioni concrete di produzione, consumo e promozione il vino che fa bene all’ambiente, al paesaggio e alle donne e uomini che lo realizzano.

Tutti a Bologna

L’appuntamento più importante per i componenti della Slow Wine Coalition sarà a Bologna, dal 26 febbraio al 1° marzo 2022.
La manifestazione Sana Slow Wine, organizzata da Bologna Fiere con la direzione artistica di Slow Food presenta la Slow Wine Fair, l’evento internazionale dedicato al vino buono, pulito e giusto. Durante i quattro giorni della manifestazione si riuniranno centinaia di produttori da tutto il mondo in conferenze, dibattiti, degustazioni e con l’esposizione di migliaia di etichette provenienti da ogni parte del globo.

firma il manifesto

Le comunicazioni saranno in italiano o inglese ma facci sapere qual è la tua lingua madre

The personal data contained in this form are processed in accordance with the Gdpr and according to the privacy policy that the data controller has made available to the link privacy.slowfood.com with specific regard to the chapter "Recipients of thematic or project, campaign or fundraising newsletters". By filling in and sending this form the data subject declares to have read and understood the information and to consent to the treatments provided for therein.